Filippetti S.p.A. è partner tecnologico del progetto SAT: Smart Agriculture Team

Filippetti S.p.A. è partner tecnologico a “S.A.T.: Smart Agriculture Team”, il progetto innovativo finanziato dalla Regione Marche nell’ambito del PSR 2014-2020, Sottomisura 16.1 – Sostegno alla creazione e al funzionamento di Gruppi Operativi del PEI, Partenariato Europeo per l’innovazione.

Capofila del progetto è il Consorzio Agrario dell’Adriatico che guida un partenariato che comprende Filippetti S.p.A., Pegaso Management S.r.l., Università Politecnica delle Marche e Impresa Verde.

Attraverso il progetto “Agricoltura di precisione: riduzione dell’impatto ambientale dei sistemi produttivi” sarà sperimentata in campo la tecnologia Smart Agri Platform: una piattaforma IoT (Internet of Things) dedicata alla coltura del grano duro e sviluppata da Filippetti S.p.A. per realizzare il monitoraggio e la prevenzione dell’inquinamento da nitrati in agricoltura.

In presenza di produzioni standardizzate come quelle dei seminativi, la cui coltivazione rappresenta oltre l’85% della SAU delle Marche (e di questa il grano duro rappresenta quasi il 70%), diventa indispensabile che l’imprenditore orienti le proprie scelte verso una strategia gestionale definita. S.A.T. ha l’obiettivo di ottimizzare gli input azotati nella pratica di fertilizzazione dei suoli coltivati per limitare in modo sostanziale l’inquinamento delle acque superficiali e sotterranee da nitrati di origine agricola.

Un’alternativa promettente per la gestione dell’azoto sul campo si basa sui recenti progressi tecnologici nel settore della tecnologia dell’informazione, del telerilevamento e gestione dei dati digitali, che hanno portato allo sviluppo della Smart Agriculture.

Gli obiettivi per progetto Smart Agriculture Team:

  1. Realizzazione di un sistema di monitoraggio intelligente e in real-time costituito da una piattaforma informatica smart integrata con la sensoristica in campo, in grado di supportare la gestione delle colture nell’ambito della ottimizzazione degli input azotati;
  2. Test e validazione del modello di spazializzazione dei dati agro-metereologici regionale;
  3. Definizione di nuovi servizi e nuovi modelli di business;
  4. Definizione di indici economici e ambientali che misurino i benefici apportati dalle tecniche di agricoltura di precisione;
  5. Definizione di modelli di gestione e assicurazione del rischio.

La soluzione tecnologica sviluppata sarà testata presso l’Azienda Agraria Didattico-Sperimentale “Pasquale Rosati” dell’Università Politecnica delle Marche e presso l’azienda agricola Guzzini.

All’interno del progetto saranno valutati gli aspetti relativi all’adozione della Smart Agri Platform, da parte delle imprese agricole coinvolte all’interno del progetto. In particolare, sarà valutata la sostenibilità ambientale ed economica della soluzione tecnologica proposta, a confronto con una conduzione di tipo tradizionale. I risultati ottenuti nel corso del progetto saranno elaborati per favorirne il trasferimento tecnologico e la replicabilità del modello verso altre imprese agricole marchigiane.

Il sostegno finanziario ricevuto dall’Unione Europea per il progetto è pari a € 399.995,09.

Il Kick Off Meeting del progetto si terrà l’11 giugno presso il CONSORZIO AGRARIO ADRIATICO SOCIETA’ COOPERATIVA, CONTRADA CHIARINO RECANATI (MC).

Share